Viaggiare sicuri al tempo del Coronavirus
Viaggiare sicuri al tempo del Coronavirus
Viaggiare sicuri al tempo del Coronavirus

CERCA HOTEL O B&B IN PROVINCIA DI TRAPANI

icona luogo Luogo

icona tipologia di struttura ricettiva Tipologia

icona calendario per check-in Check-in

icona calendario per check-out Check-out

 


Stavi invece cercando un NOLEGGIO AUTO a Trapani o San Vito lo Capo? Clicca qui

 

 

 

 

Scuola inglese Trapani

 

Agriturismo Vultaggio  Noleggio Favignana

Appartamenti Trapani Mare  BeB Margherita

 

Appartamenti Trapani

 

 

 

Viaggiare sicuri al tempo del Coronavirus

 

VIAGGIARE SICURI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

 

Recensita da Luca Sciacchitano il

 


Aiutaci a crescere! Condividi la notizia se ti piace


 

Da quando è iniziata la pandemia da coronavirus, uno dei settori economici più colpiti è purtroppo il turismo e se si prospettano altre restrizioni sulla mobilità tra regioni, l’intero settore con tutto l’indotto rischia il collasso.

E’ sempre difficile coniugare salute ed economia, ma per non permettere il fallimento delle aziende che vivono di turismo, e garantire ai viaggiatori il diritto a una vacanze in sicurezza, si è cercato di introdurre norme prudenziali di comportamento che permettono alle persone di viaggiare senza preoccupazioni.

Occorre ricordare la modalità di trasmissione del coronavirus, ovvero attraverso i droplet (gocce di saliva) che una persona positiva lancia davanti a se mentre parla. Se e quando questi droplet colpiscono occhi o bocca di una persona non positiva, quest’ultima rischia di infettarsi.
Similmente, se questi droplet finiscono sopra una superficie (ad esempio perché il positivo tossice sulla propria mano e poi la appoggia sopra una superficie), una persona può infettarsi nel momento in cui tocca quella superficie e poi porta la mano infetta alla faccia (in bocca o negli occhi)

Da queste considerazioni nascono gli strumenti di sicurezza per evitare il contagio:

1) La mascherina, che serve fondamentalmente ad evitare che i droplet infetti percorrano quel metro di distanza, magari andando a contagiare l’interlocutore. La mascherina infatti non difende noi che la portiamo, ma l’interlocutore di fronte dalle nostre gocce di saliva.

2) Il distanziamento di almeno 1 metro dai nostri interlocutori, proprio per consentire ai droplet di cadere al suolo senza colpire il volto (bocca, occhi) di chi ci sta di fronte. Similmente, evitare gli assembramenti.

3) Il gel lavamani, che con la sua alta carica alcolica consente di distruggere il virus eventualmente depositato sulle mani dopo aver toccato superfici, soprattutto quelle ad alta frequentazione (corrimano di metropolitane, le superfici sugli autobus, i banconi dei bar etc.)



Adesso andiamo a vedere come queste norme di comportamento devono essere applicate quando si deve viaggiare, e cosa prevede nello specifico la normativa se si deve viaggiare all’interno del territorio nazionale o se si deve andare all’estero?

Gli spostamenti dall’Italia verso paesi UE (esclusi Belgio, Francia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Gran Bretagna e Irlanda del Nord) sono consentiti senza necessità di motivazione e senza obbligo di isolamento al rientro, anche se rimane l’obbligo di compilare un’autocertificazione che si trova sia sul sito della compagnia aerea, sia nella zona arrivi presso gli aeroporti.
Bisogna, però, tenere presente che la rimozione delle limitazioni agli spostamenti dall’Italia verso alcuni Paesi non esclude che questi Paesi possano ancora porre dei limiti all’ingresso.

Per quello che riguarda i Paesi extra UE, allo stato attuale sono consentiti gli spostamenti senza motivazione da/per Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, Repubblica di Corea, Thailandia, Tunisia, Uruguay. Tuttavia, al rientro in Italia, è necessario sottoporsi a isolamento fiduciario, sottoporsi al tampone e sorveglianza sanitaria.

Bisogna sottolineare che questa lista può essere soggetta a modifiche man mano che la pandemia si acuisce o regredisce. Per questo motivo è sempre bene consultare il portale del Ministero dedicato proprio ai viaggiatori che troverete a questo indirizzo.

Durante gli spostamenti è obbligatorio indossare correttamente la mascherina, coprendo bocca e naso, per tutta la durata del viaggio. In special modo, l’obbligo è reiterato nel caso di utilizzo di mezzo pubblico.
Durante gli spostamenti, è bene evitare di toccarsi la faccia a meno di non aver disinfettato le mani prima.
Per lo stesso motivo, una volta lasciata un’infrastruttura affollata può essere buona norma disinfettare le mani. Il problema del reperimento del gel è diventato irrisorio oggigiorno, dal momento che totem con liquido disinfettante sono dislocati praticamente ovunque.



Va anche detto che all’ingresso (e a volte anche all’uscita) degli aeroporti appositi termoscanner individuano eventuali persone febbricitanti, spesso disinfettandoli con un aerosol corporeo.

Relativamente ai viaggi lunghi, la mascherina andrebbe cambiata ogni 4 e, per maggiore precauzione, è bene limitare gli spostamenti all’interno del velivolo mantenendo un distanziamento di almeno un metro dagli altri passeggeri.

Per agevolare questo distanziamento, allo stato attuale la capienza dei mezzi pubblici è stata ridotta al 50% dei posti disponibili. Trenitalia fornisce ai viaggiatori un kit con mascherina, un poggiatesta usa e getta e una bottiglietta d’acqua. Stesso obbligo di distanziamento, mascherina e limitazione al 50% se si viaggia in pullman.

Purtroppo non esiste il rischio zero, ma questi ma dei comportamenti razionali e intelligenti possono aiutarci a tutelare non solo noi stessi ma anche gli altri.

Se si riscontrano i sintomi riconducibili al Covid-19 è necessario chiamare immediatamente il numero 1500.

Ulteriori info e suggerimenti possono essere trovati anche sul sito dell’europarlamento





 


 

COMMENTA "VIAGGIARE SICURI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS"

 

 


 

OLTRE A "VIAGGIARE SICURI AL TEMPO DEL CORONAVIRUS" FORSE POTREBBERO ANCHE INTERESSARTI QUESTI ARTICOLI?

 

 

Hotel Trapani Inn

 

Hotel Cala di Ponente San Vito lo Capo  Hotel Trapani Divino

Ristorante Trapani  Hotel al Ritrovo

 

Scuola inglese Trapani

 

 

 

Hotel-Trapani.com

P.I. 02195840810
Powered by First Web

Cookie policy | Privacy policy