La fondazione di Trapani, tra mito e leggenda.
La fondazione di Trapani, tra mito e leggenda.
La fondazione di Trapani, tra mito e leggenda.

CERCA HOTEL O B&B IN PROVINCIA DI TRAPANI

icona luogo Luogo

icona tipologia di struttura ricettiva Tipologia

icona calendario per check-in Check-in

icona calendario per check-out Check-out

 

 

 

 

 

Hotel Cala di Ponente San Vito lo Capo  Hotel Trapani Divino

Noleggio auto lungo periodo  Hotel al Ritrovo

 

 

 

 

La fondazione di Trapani, tra mito e leggenda.

 

LA FONDAZIONE DI TRAPANI, TRA MITO E LEGGENDA.

 

Recensita da Luca Sciacchitano il

 


Aiutaci a crescere! Condividi la notizia se ti piace


 

La leggenda narra che la città di Trapani sia stata fondata poco dopo la caduta di Troia dagli Elimi (circa 1260 A.C.)

Enea, infatti, dopo aver abbandonato Troia in fiamme, con il padre moribondo in spalla, si dirige verso quella che sarà la futura città di Roma ma, durante la navigazione, è costretto a sbarcare nella zona a nord di Trapani (l´attuale Pizzolungo) per seppellire il padre.

Come raccontato nell´Eneide, Aceste, il re guerriero che comandava sul territorio, accolse Enea e lo aiutò durante la sua fuga verso Roma.

Ancora oggi, lungo la strada tra Trapani e San Vito lo Capo, è visibile una stele che commemora Anchise ed il suo presunto luogo di sepoltura.

Foto di Giovanni Bianco

Ad un anno da quello sbarco, Enea fece ritorno ad Erice per celebrare l´anniversario della morte del padre ed organizzare dei giochi in suo onore.
Durante quello sbarco, sempre la leggenda ci narra, alcuni troiani, stanchi di questo continuo peregrinare chiesero ed ottennero di restare in quei luoghi per fondare una loro città. Sbarcò anche Elimo il figlio illegittimo di Enea secondo alcune fonti, fratellastro secondo altre fonti, che diventò il capostipite del popolo degli Elimi, fondatori di varie città sul territorio.


Un´altra leggenda vuole invece che Trapani, la cui forma ricorda una falce, sia nata appunto dalla falce della dea Cerere.
Questa leggenda parte dal ben più famoso mito del ratto di Proserpina, narrato sia in antichi scritti, sia in più moderne opere scultoree.
Esso ci racconta di un dio Ade che, invaghitosi della figlia di Cerere (dea delle messi e dei raccolti), la rapì e la portò nel suo regno, nell´oltretomba, attraverso il vulcano Etna che ai tempi si credeva fosse uno degli ingressi dell´Ade.


La madre Cerere quindi, in questa drammatica ricerca della figlia Persefone, vagava sui cieli della Sicilia sul suo carro alato e, proprio in prossimità della futura Trapani, le cadde una falce che andò a posarsi sul mare dove oggi sorge l´odierna Trapani.

Tramite l´intercessione di Zeus, Ade restituì Proserpina alla madre, ma solo per un periodo di sei mesi alla scadenza dei quali, Proserpina sarebbe dovuta tornare dal marito per altri sei mesi dando quindi origine, sempre secondo il mito, all´alternanza delle stagioni: 6 mesi di calore, sole e rinascita a cui seguono 6 mesi di buio, freddo e morte.

Infine, un´ultima leggenda vuole che Trapani sia nata sempre su una falce caduta in mare, ma questa volta ad opera di Crono.
La leggenda parte da Urano, una delle primissime divinità esistite nella mitologia greca, padre di Crono, nonno di Zeus, Ade e Poseidone e quindi bisnonno delle divinità più famose (Apollo, Minerva, Diana, Efesto ect.)


La Mutilazione di Urano da parte di Crono (G. Vasari)

Urano, per paura di essere spodestato dai figli, man mano che nascevano, li andava imprigionando nel Tartaro, un non-luogo oscuro e recondito da dove era impossibile fuggire.
Tra questi figli, anche il titano Crono venne rinchiuso in questo luogo ameno, ma sua madre Gea, preoccupata per il trattamento riservato ai suoi figli, cospirò contro suo marito Urano liberando di nascosto Crono e donandogli una falce portentosa per poter affrontare il padre.
E così fu che Crono attaccò il padre di sopresa evirandolo e lanciano in mare la falce che andò a depositarsi a Trapani (Drepanon, dal latino "falce")

La forma falciforme della città di Trapani è chiaramente visibile man mano che si sale con la funivia verso Erice, come visibile nel video sottostante.




 


 

COMMENTA "LA FONDAZIONE DI TRAPANI, TRA MITO E LEGGENDA."

 

 


 

OLTRE A "LA FONDAZIONE DI TRAPANI, TRA MITO E LEGGENDA." FORSE POTREBBERO ANCHE INTERESSARTI QUESTI ARTICOLI?

 

 

 

TrigranaBB  Transfer san vito lo capo - Pagoto Tour

Egadi Escursioni  First English

 

 

 

 

Hotel-Trapani.com

P.I. 02195840810
Powered by First Web

Cookie policy | Privacy policy